Approfondimenti e notizie

1/10/2011 - Commenti aperti... Verso il Convegno Experimenta 2



"Carissimi,

in collaborazione con la Direzione generale per gli ordinamenti scolastici e per l'autonomia scolastica, stiamo procedendo alla realizzazione del secondo convegno EXPERIMENTA, il primo aveva cominciato la riflessione soprattutto sulla flessibilità e sulla didattica laboratoriale. Il lavoro, condotto in collaborazione con alcune scuole, ha prodotto un documento che è qui allegato. Con questa discussione vogliamo approfondire ulteriormente le nostre tematiche sulla diffusione della cultura scientifica attraverso un rinnovamento radicale nell'insegnamento delle scienze, per tutto l'arco scolastico e particolarmente nella secondaria. Alla base stanno i concetti di laboratorialità, intreccio fra teoria e pratica sperimentale, cittadinanza scientifica, cultura della scelta. Obiettivo che ben si concilia con le nuove esigenze educative, energicamente richieste dall'Europa: imparare a governare il cambiamento, prender decisioni in condizioni di incertezza, gestire conflitti, affrontare l'imprevedibile, saper pensare per relazioni, costruire un'identità. I contributi raccolti in questa discussione arricchiranno la discussione delle tavole rotonde del convegno.
Un caro saluto,
Luigi Berlinguer"

 

La Direzione generale per gli ordinamenti scolastici e per l'autonomia scolastica, in collaborazione con il Comitato per lo Sviluppo della Cultura Scientifica e Tecnologica, organizza il 20 e 21 Ottobre 2011 a Roma il Convegno "Experimenta 2" (/Programma EXPERIMENTA.doc il programma ) con lo scopo di proseguire la riflessione sull'insegnamento delle scienze nella scuola secondaria superiore, iniziata nell'aprile dello scorso anno con EXPERIMENTA! 
 

 
/EXPERIMENTA.pdf Scarica il documento "EXPERIMENTA - Pensare e fare scienza"

Leggi il documento e fino al 18/10 (il termine è stato prorogato al 28/11) puoi condividere i tuoi commenti sui tre temi delle tavole rotonde previste per il Convegno del 20-21 Ottobre:
1. Il valore della creatività nei processi di apprendimento (coordintrice Carla Guetti)
2. Cittadinanza Scientifica (Coordinatore Alberto De Toni)

3. La cultura della scelta (Coordinatore Mario Fierli)
Puoi intervenire sul tema che preferisci indicando il numero a esso corrispondente tra parentesi (Es. (1)....).
Il dibattito si svolge contemporaneamente anche sui siti dei Nuovi Licei e dei Nuovi Professionali.

 

Ai sensi del decreto legislativo 196/2003, l'ANSAS si impegna a utilizzare i tuoi dati esclusivamente per la gestione dei tuoi commenti, di non fornirli a terzi e di provvedere alla cancellazione o modifica dell'email qualora l'interessato ne faccia richiesta. L'ANSAS non si assume alcuna responsabilità per il contenuto dei commenti che vengono pubblicati. La responsabilità di quanto scritto ricade esclusivamente su chi lascia il commento. Tuttavia, viste le normative vigenti in materia, l'ANSAS si riserva il diritto di non pubblicare o cancellare commenti che risultino lesivi dell'immagine altrui o che non siano conformi alla politica di questo sito.

 

Commenti



6 - marco.paletta

Sarebbe di grande aiuto per la diffusione dell'abitudine all'uso dei laboratori se gli uffici scolastici provinciali, prima di utilizzare con “18 ore a disposizione“ gli insegnanti tecnico pratici in esubero, prendessero in considerazione le richieste di una loro utilizzazione da parte di reti di scuole o di singole istituzioni scolastiche, in progetti di didattica laboratoriale o di inserimento delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione nella didattica curricolare. Invece di prospettare a livello centrale un "declassamento" di tali figure docenti a meri assistenti tecnici.
commento del 23 Oct 2011, alle ore 20 04
7 - marco.paletta

Sarebbe di grande aiuto per la diffusione dell'abitudine all'uso dei laboratori se gli uffici scolastici provinciali, prima di utilizzare con “18 ore a disposizione“ gli insegnanti tecnico pratici in esubero, prendessero in considerazione le richieste di una loro utilizzazione da parte di reti di scuole o di singole istituzioni scolastiche, in progetti di didattica laboratoriale o di inserimento delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione nella didattica curricolare. Invece di prospettare a livello centrale un "declassamento" di tali figure docenti a meri assistenti tecnici.
commento del 24 Oct 2011, alle ore 08 08
8 - umberto.leonardi

Non vorrei andare fuori tema, ma penso che i docenti siano impazienti di sapere che fine hanno fatto le linee guida per il secondo biennio e il quinto anno del settore tecnologico! Stiamo facendo orientamento per le iscrizioni dell'anno prossimo, ci dobbiamo preparare per un capovolgimento significativo di paradigma (dal curricolo per conoscenze a quello per competenze), però nessuno si degna di fornirci un documento ufficiale che indichi i punti di riferimento fondamentali di quello che dovremo fare. Qualcuno del Ministero potrebbe almeno prendersi la briga di fornire qualche tempistica, o dobbiamo continuare ad aspettare al buio, subendo in silenzio?
commento del 29 Nov 2011, alle ore 17 08

Pagine:  « 1 [2]