Approfondimenti e notizie

9/11/2009 - I nuovi Istituti Tecnici del settore tecnologico

Si è tenuto a Roma il 9 novembre 2009, presso l' Istituto tecnico industriale "Galileo Galilei", il Seminario nazionale relativo ai nuovi Istituti Tecnici del settore tecnologico.
Sono disponibili le presentazioni utilizzate nel corso degli interventi della sessione plenaria della mattina. A breve saranno disponibili anche gli audio-video degli interventi.


- Prof. Arduino Salatin, direttore dell'IPRASE Trentino (Istituto provinciale per la ricerca e la sperimentazione educativa): Presentazione dei risultati di apprendimento dell'area di istruzione generale
 
- Prof. Alberto Felice De Toni, preside della facoltà di ingegneria dell'Università di Udine: Presentazione dei risultati di apprendimento delle aree di indirizzo 
 
- Prof. Carlo Corridoni - Direzione generale per l'istruzione e la formazione tecnica superiore e per i rapporti con i sistemi formativi delle Regioni - MIUR: Presentazione dei risultati di apprendimento di meccanica, meccatronica ed energia 
 
- Prof. Pasquale Russo, esperto: Presentazione dei risultati di apprendimento di trasporti e logistica 
 
- Ing. Mario Fierli, esperto: Presentazione dei risultati di apprendimento di elettronica ed elettrotecnica 
 
- Prof. Claudio Demartini, Vice-rettore del Politecnico di Torino: Presentazione dei risultati di apprendimento di informatica e telecomunicazioni Presentazione dei risultati di apprendimento di informatica e telecomunicazioni 
 
- Prof.ssa Rossella Mengucci - Direzione generale per l'istruzione e la formazione tecnica superiore e per i rapporti con i sistemi formativi delle Regioni -MIUR: Presentazione dei risultati di apprendimento di grafica e comunicazione 
 
- Prof. Giuseppe Valitutti, docente di Didattica delle scienze naturali presso la Facoltà di Scienze della formazione primaria dell'Università di Urbino: Presentazione dei risultati di apprendimento di chimica, materiali e biotecnologie 
 
- Prof. Franco Rigola, Dirigente scolastico I.T.I. "Sella" di Biella: Presentazione dei risultati di apprendimento sistema moda 
 
- Prof. Pasquale Russo: Presentazione dei risultati di apprendimento di agraria e agroindustria 
 
- Prof. Arturo Campanella, dirigente scolastico I.T.I. "Malignani" di Udine: Presentazione dei risultati di apprendimento di costruzione, ambiente e territorio 

Commenti



16 - cinzia.scorzoni

Segnalo come l'indirizzo di fisica industriale ed energa nucleare non esistano pi da anni nel panorama scolastico italiano e come la nuova sperimentazione, nata dalla loro fusione, denominata Fisisca Ambientale Sanitaria ed Europea abbia un curricolum che poco ha a che fare con quello del settore meccanica meccatronica ed energia. Mi sono messa in contatto con le altre scuole d'Italia che hanno la sperimentazione, creando una rete di contatti, egnuno di noi ha richiesto, gia in giugno, la confluenza in chimica e biotecnologie nell'articolazione Ambientale che sarebbe l'unica che preserverebbe il grande patrimonio di conoscenze e competenze accumulate cos come la strumentazione e le infrastrutture spesso costose e specialistiche.
commento del 21 Nov 2009, alle ore 13 48
17 - rosapagano

che fine faranno gli insegnanti di tattamanto testi e dati?A075 rosa di domenico
commento del 21 Nov 2009, alle ore 18 02
18 - giuseppe.murace

La disciplina Trattamento Testi e Dati fondamentale per un apprendimento di base dell'informatica. Perch non viene tenuta nella dovuta considerazione nella riforma degli Istituti Tecnici? Che fine faranno i docenti di tale disciplina?
commento del 21 Nov 2009, alle ore 18 58
19 - fabiano.fumarola

Ma quali commenti vorreste? I commenti, i suggerimenti sembrano sprecarsi... Qualcuno vuole davvero ascoltare? Io ricordo la scuola dove venivano premiate ed incentivate le conoscenze. Insegnati i principi, i diritti, i doveri ed i saperi. Ero pi giovane e sicuramente mi aiutava a studiare la certezza di voti giusti e commisurati al mio impegno e risultati. Era certo. Ora non c' pi questa certezza. I motivi? Li sappiamo in tanti. Ho imparato a comprendere le motivazioni di molti colleghi. Molti colleghi non rendono pi come nel passato. Analizziamo i motivi. Alcuni sono stati gi detti qui sopra. Non potevamo andare avanti cos. Questo un buon motivo per modificare la scuola di oggi. Modificare... I risultati dei nostri studenti sta peggiorando nel corso di questi anni e questo doveva far ripensare a ci che abbiamo imparato quando eravamo noi a scuola. Questo per dire cosa? Ripristiniamo ci che funzionava nel passato! Aggiorniamolo! Solo questo! Stravolgere tutto il sistema scolastico introducendo rivoluzioni che con forti dubbi produrranno buoni risultati mi sembra sia la strada sbagliata. Se ci vuol essere un modo aziendale di tagliare i costi... ricordiamo che l'istruzione fondamentale non solo per insegnare un lavoro ai nostri figli ma anche per insegnare loro a ragionare, prendere decisioni e conoscere il nostro passato per andare avanti migliorando. Sono un insegnante tecnico pratico e non mi sento affatto informato su ci che realmente potrebbe avvenire con questa riforma. Allora come facciamo ad andare avanti cos? Parliamone! Ricordiamoci ci che realmente deve essere la funzione della scuola. La scuola servizio pubblico al servizio dei nostri figli e della nostra societ, non azienda. Vedo molti colleghi che rimangono ad attendere. Sveglia! Se attendiamo cosa insegnamo? A rimanere inerti? A non proporre niente? Si vuole risparmiare? Questo il fulcro del problema della scuola, ver? Bene, allora ci sono altre strade. Le volete realmente valutare e conoscere? Parliamone. Sono a disposizione di chiunque voglia discutere per il solo bene della scuola e della societ.
commento del 21 Nov 2009, alle ore 19 05
20 - elisabetta.barone2

L'indirizzo Erika prevede lo studio di tre lingue straniere. Nel settore Economico lo studio della terza lingua previsto solo nell'indirizzo turistico. questo vuol dire che l'indirizzo Erika confluir nell'indirizzo turistico?
commento del 22 Nov 2009, alle ore 09 41

Pagine:  « 1 2 3 [4] 5 6 7 8 9  »